Allenamento cardio o con i pesi, quale scegliere per stare in forma?

Molte persone si domandano quale sia il miglior modo di allenarsi fra allenamento cardio e sollevamento pesi. Entrambi hanno certamente diversi vantaggi per il nostro corpo, ma quale dei due è il più efficace per restare in forma? Ma soprattutto quante volte dobbiamo allenarci a settimana per ottenere i giusti risultati?

Innanzitutto è importante capire che il punto di partenza fondamentale per raggiungere una buona forma fisica è la corretta alimentazione, che va a regolare l’apporto calorico al nostro corpo. La perdita di peso si ottiene, infatti, quando l’apporto calorico è inferiore al consumo calorico. Quest’ultimo si può aumentare proprio attraverso l’attività fisica regolare.

Ma cosa scegliere fra allenamento cardio e con i pesi? Per ottenere il massimo dei benefici, il miglior consiglio è quello di farli entrambi, ma nel modo giusto! Scopriamo insieme quali sono i vantaggi e gli svantaggi delle due tipologie di allenamento ed in che modo è possibile combinarle fra loro per ottenere i migliori risultati.

Allenamento cardio

Il cardio è l’esercizio cardiovascolare che consiste nell’aumento della frequenza cardiaca ed è un’attività che permette di migliorare la resistenza fisica e di limitare l’accumulo di grassi. I tipi di esercizio che rientrano nell’allenamento cardio sono diversi, tra cui la corsa, la cyclette, lo step up e lo squat.

Il cardio ha molti vantaggi perché è di facile accessibilità e permette di perdere calorie molto più velocemente rispetto all’allenamento con i pesi. Già dopo due settimane di attività eseguita con costanza è possibile vedere importanti benefici sul proprio corpo. Tuttavia, fare troppo cardio potrebbe risultare controproducente, perché questa tipologia di allenamento fa perdere non solo grassi ma anche massa muscolare, col rischio di ottenere un corpo snello ma poco tonico.

Allenamento con sollevamento pesi

Il sollevamento pesi è un allenamento di forza ed apparentemente non sembra indicato per perdere peso, perché è un’attività che fa bruciare poche calorie. Tuttavia, avere un buon tono muscolare permette di aumentare il metabolismo basale. Avere più muscoli vuol dire bruciare più massa grassa, facilitando così la perdita di peso: ciò significa che allenando i muscoli non solo si tonifica il proprio corpo, ma si può anche mangiare di più senza ingrassare.

L’allenamento con i pesi offre dei benefici a lungo termine, perché accelerando il metabolismo consente al corpo di continuare a bruciare grassi anche quando l’attività fisica è conclusa. Lo svantaggio di questa tipologia di allenamento consiste, tuttavia, nella sua esecuzione che, se fatta in maniera impropria o senza un adeguato riscaldamento, può portare al rischio di lesioni al corpo, in particolare alla schiena.

Combinare cardio e pesi per restare in forma

Dunque, in definitiva, è meglio scegliere l’allenamento cardio o quello con i pesi? Abbiamo visto come entrambi offrano svariati benefici per ottenere una buona forma fisica. Pertanto, il consiglio migliore è quello di combinare le due tipologie di allenamento in maniera tale da perdere peso mantenendo al contempo un buon tono muscolare.

Si raccomanda di eseguire cardio e pesi in giorni alterni, in modo da dare al corpo il tempo necessario al recupero.  In alternativa, si possono fare due sessioni separate, eseguendo prima l’allenamento di forza e poi una sessione moderata di cardio: in questo modo il corpo, avendo già consumato i depositi di energia, va ad attingere alle riserve di grasso.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su pinterest
Pinterest
Condividi su linkedin
LinkedIn

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Allenati con monteverde lab

I nostri social

I più letti

Non rimanere indietro

Iscriviti alla nostra newsletter

Nessuno spam solo messaggi che ti possono interessare.

On Key

Non perderti

Dialogo

Dialogo interiore, sei tu a decidere

Il dialogo interiore può influenzare le nostre prestazioni nell’attività sportiva e nella vita di tutti i giorni? Certo che sì! Quello che viene definito dialogo interiore (o self talk)