Esercizio fisico

Esercizio fisico, quante volte a settimana farlo?

Se hai intenzione di iscriverti in palestra oppure sei fermo da tanto tempo e desideri rimetterti in forma nel modo giusto, ti occorre sapere quante volte a settimana bisogna allenarsi per ottenere dei buoni risultati e per raggiungere la forma fisica desiderata.

In generale, si può dire che non esiste una regola fissa per determinare la frequenza dell’esercizio fisico, ma il tutto dipende da diversi fattori: tra questi bisogna considerare innanzitutto lo stile di vita quotidiano, valutando anche la quantità e la qualità dell’alimentazione ed il tipo di allenamento che si intende svolgere. Per ottenere il benessere fisico desiderato è, inoltre, indispensabile capire quale sia l’obiettivo che si vuole raggiungere.

Esercizio fisico per chi vuole perdere peso

Se l’obiettivo è quello di dimagrire, è necessario curare tre aspetti fondamentali: l’allenamento, l’alimentazione e il riposo. Per ottenere dei risultati duraturi nel tempo è importante variare la durata e l’intensità degli allenamenti in modo da evitare che il corpo si abitui troppo alla routine. Un fattore da non trascurare è quello di includere nel programma settimanale di allenamento almeno uno o due giorni di riposo per permettere ai muscoli di rilassarsi e di distendersi.

Ma quante volte a settimana bisogna allenarsi per raggiungere dei risultati concreti? In generale, sia per i principianti sia per i più esperti, la frequenza dell’esercizio fisico necessaria per mantenere un buon livello di fitness ed un ritmo di allenamento ottimale va dalle tre alle quattro volte a settimana. La durata ideale di ogni sessione di allenamento deve durare almeno 30-40 minuti. Una durata dell’attività fisica superiore ai 50 minuti produrrebbe, infatti, scarsi risultati e potrebbe anche risultare sfavorevole per il tono muscolare.

I consigli per chi parte da zero

Per chi si iscrive in palestra per la prima volta, un buon consiglio per abituare il proprio corpo e la propria mente all’attività fisica è quello di cominciare con due giorni di allenamento a settimana per poi passare a tre giorni, rispettando sempre i tempi di recupero attraverso il distanziamento fra una sessione e l’altra di allenamento. Il suggerimento per ottenere dei risultati ottimali è quello di procedere per gradi, partendo ad esempio da esercizi cardio specifici e personalizzati in base all’obiettivo che si vuole raggiungere.

Come detto in precedenza, la frequenza dell’esercizio fisico può variare a seconda dello stile di vita ma anche a seconda delle caratteristiche individuali: chi è molto giovane e possiede un buon tempo di recupero può decidere di allenarsi anche cinque volte alla settimana. La cosa importante è inserire sempre almeno un giorno di riposo dopo ogni sessione ed evitare di fare troppi giorni consecutivi di esercizio fisico per non stressare il corpo.

Per chi parte da zero può capitare facilmente di cadere nella monotonia e di conseguenza perdere la voglia di allenarsi, perché l’attività in palestra potrebbe diventare stancante sia a livello fisico che mentale. È per questo motivo che si consiglia sempre di variare in maniera periodica la scheda di allenamento, in modo tale da evitare di perdere la motivazione e mantenere una buona dose di adrenalina.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su pinterest
Pinterest
Condividi su linkedin
LinkedIn

4 commenti su “Esercizio fisico, quante volte a settimana farlo?”

  1. Pingback: Allenamento cardio o con i pesi, quale scegliere per stare in forma?

  2. Pingback: Allenamento funzionale, funziona davvero?

  3. Pingback: Allenamento e cellulite, da dove cominciare

  4. Pingback: Differenza tra muovere ed allenare il proprio corpo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Allenati con monteverde lab

I nostri social

I più letti

Non rimanere indietro

Iscriviti alla nostra newsletter

Nessuno spam solo messaggi che ti possono interessare.

On Key

Non perderti

Dialogo

Dialogo interiore, sei tu a decidere

Il dialogo interiore può influenzare le nostre prestazioni nell’attività sportiva e nella vita di tutti i giorni? Certo che sì! Quello che viene definito dialogo interiore (o self talk)